PORCELLI IN FUGA

Porcelli ospiti del santuario Porcikomodi di Magnago.

Porcelli ospiti del santuario Porcikomodi di Magnago.

 

Nel novembre del 2013 venne posto sotto sequestro un canile in Puglia.
Durante l’ispezione, vennero rinvenuti alcuni maiali, ed anch’essi finirono sotto sequestro.
E lì rimasero.
Ora, il sequestro sta per essere revocato, ed è impellente trovare ai porcelli un’altra sistemazione.
Il tempo a disposizione è poco.
Ci era stata data una settimana, e siamo riusciti a patteggiare ed allungare (di poco) i tempi.
Purtroppo, per chi gestirà poi l’area, la soluzione più semplice e veloce sarà quella di decretare per tutti i maiali la condanna a morte.
Ad oggi i maiali sono 17 di cui 10 femmine (5 delle quali nate a novembre 2014) e 7 maschi (4 dei quali nati a novembre 2014); i maschi sono tutti castrati. Sono stati effettuati i prelievi per la peste suina, la malattia di Augeszky e la malattia vescicolare suina, tutti i soggetti sono risultati negativi.

Noi abbiamo forse trovato sistemazione per otto di essi.
Abbiamo bisogno di una casa anche per i restanti nove.
Che sia un santuario, un rifugio, o un privato con del terreno e tempo da dedicare.
E abbiamo bisogno di aiuto economico per il loro sostentamento.
Un maiale, se libero di fare il maiale e null’altro, vive in media venti anni.
I santuari che li accoglieranno avranno quindi bisogno di un aiuto continuativo. Dovranno sostenere, per il solo mantenimento, una spesa mensile pari a circa 50 euro per ogni porcellino, moltiplicata per dodici, moltiplicata per venti…
Senza un aiuto, anche piccolo, anche per uno solo di loro, non possiamo farcela.

Aiutaci a continuare a salvare i pochi individui che sfuggono allo sfruttamento.
Aiutaci a trovar loro casa, dar loro cibo e un riparo.

Contattaci per sapere come fare!
Print Friendly, PDF & Email