Rifugio Jill Phipps

Rifugio Jill Phipps

Albugnano (Asti)
www.facebook.com/AEAJILLPHIPPS
rifugio_jill_phipps@hotmail.com
Telefono: 347 5116965

Nome: Rifugio Jill Phipps

Forma Giuridica: Associazione etica antispecista “Jill Phipps” Onlus

Sede del Santuario: Albugnano (Asti)

Data di inaugurazione: Gennaio 2017

Animali ospitati: Capre, conigli, ratti, maiali, cani, gatti, pecore.

Numero medio animali: 54

Possibilità di ospitare: no

Descrizione attività: L’associazione etica antispecista Jill Phipps nasce dalla volontà di alcune individualità, di creare un rifugio per animali, solitamente definiti da “reddito”… Individui che per la società non rappresentano che una mera fonte lucrativa, un codice a barre. Proprio per loro, abbiamo creato uno spazio in cui possano, semplicemente vivere la loro vita, fuori dalle logiche del profitto. Tutto il nostro lavoro basa le sue fondamenta sui principi dell’antispecismo, cercando di boicottare ogni forma di prevaricazione dell’uomo sugli animali a partire dalla “semplice” alimentazione quotidiana… Inoltre riteniamo che un ritorno alla natura, oltre a farci riscoprire le mille potenzialità assopite nel contesto urbano, possa trasformare la visione teorica, spesso troppo ostentata, senza azioni concrete da alcuni, in realtà vera e propria! Riteniamo che oltre al cambiamento culturale sia necessario creare nuove realtà per salvare individui reificati e sfruttati da sempre.
Il rifugio porta il nome di “Jill Phipps” un’attivista animalista che venne investita ed uccisa il 1 febbraio 1995, da un camion che trasportava vitelli nel corso di una protesta, presso l’aeroporto di Conventry, contro l’esportazione di animali destinati al macello.
Il suo esempio ha contribuito a formare il nostro background di attivisti e continua, ancor oggi, ad essere un’inesauribile fonte d’ispirazione.

Al rifugio hanno trovato casa tanti animali che altrimenti avrebbero fatto una pessima fine, come i simpatici coniglietti: Lapin, Leprottone, Mr. Brown, le tre Marie, Paride, Oliver, Ratbit, Zumba, Alvin, Big, Angelique, Lorelai, Salem, Allison e Jim. Il gregge di capre composto da Betty Boop la matriarca, Kebab e i loro figli Flick e Flock, Deli con i suoi piccoli Cornelius, Albert ed Esmeralda, poi c’è Fiocco una capretta pensatrice, assorta a contemplare il mondo che la circonda, Musetta, Pan, recuperato da un contadino che voleva cederlo agli allevatori, stava tutto il tempo da solo e belava continuamente, qui ha fatto amicizia con gli altri e si sente al sicuro. Osvaldo e Bianca, Lilith e Lamia amiche inseparabili, Gertrud e Wilma (una pecorella dolcissima, recuperata mentre vagava spaesata), e 8 caprette arrivate da un sequestro, scampate al macello… Frost, Nebular, Proserpina, Elvis, Selina, Ivy, Kali, Tisifone.

7 maiali, Otto e Celeste arrivati alla veneranda età di 12 anni, Frodo e Margherita, Nicki e Rebecca e il piccolo Drugo, la mascotte del rifugio, arrivato con problemi neurologici, il veterinario aveva consigliato di sopprimerlo, abbiamo insistito per curarlo, ed è miracolosamente guarito, lui e Gino, un cane di 19 anni sono amici inseparabili.

Due ratti Claire e Skinny, e due simpatici topini Flint e Palladin.

Al rifugio vivono altri 4 cani, Flaco, Abi, Morghy la piccola peste e Nando. Midian una gatta con un carattere un po’ particolare che è con noi da 13 anni, e vari gatti randagi che vengono a sfamarsi la sera.

Il rifugio è all’interno di una proprietà privata, per cui è preferibile accordarsi con noi, prima di un eventuale visita.

Sostegno di cui necessita: Aiuti a livello economico per il sostentamento degli animali, cure e manutenzione recinti.
È gradito anche il volontariato e la manovalanza in cambio vi offriremo dell’ottimo cibo vegan.

Print Friendly, PDF & Email